Glamour anche in spiaggia

Spiaggia croce e delizia.

Ho aspettato di essere al mare per scrivere questo articolo. Sì, voglio essere realistica e vivere in diretta il disagio del quale scrivo. Il fatto è che la dimensione spiaggia-sole-sabbia non è proprio la mia. Cioè, dopo un pò mi abituo, ma sulle prime sento che c’è qualcosa di poco naturale.

Ragazzi, sia chiaro, questo non è il solito articolo coi migliori look da spiaggia per quest’estate. Non è nemmeno, come l’estate scorsa, un articolo con i costumi da bagno più consigliati alle ragazze curvy. Non sono qui a dire: ‘Viva la canicola, le creme solari (per chi le usa, ovvio) e la pelle lucida (se non già incartapecorita) o gli eritemi!’ Anzi, il contrario.

Sono qui a cercare conforto, a chiedere io a voi: ‘Ma come fate a stare sugli scogli imperterriti dalla mattina alla sera? Manco una cozza!’. ‘Nello specifico, come fate a stendervi sulla roccia dura per ore e ore senza tornare a casa con la scogliosi? E come fate a non impazzire? Cioè, il caldo in testa a voi non procura una sorta di drammatica isteria?’.

Lo so, ognuno è diverso e la vitamina D (acquisita con l’esposizione al sole) è molto importante, proprio per il nostro benessere psicofisico.

Allora viva gli integratori! Dai, scherzo.

Bianco forever in spiaggia e non solo

Resta il fatto che ci sono cose che non comprenderò mai completamente .. E cose invece che vorrei condividere con sicurezza teutonica (termine non casuale). Per esempio, avete notato com’è sempre trendy il bianco?

E’ una tendenza talmente consolidata, non solo in spiaggia, ma in mille occasioni d’estate, che l’ho data per scontata qualche articolo fa. Il bianco è una tinta leggera che porta con sè un candore seducente. Il bianco è perfetto per outfit da giorno, in vacanza e in città, ma anche da sera. Può essere interpretato, curvy e non, nella versione new romantic, rock o gitano ed è sempre di gran classe.

La camicia bianca è già un must, portata anche in spiaggia, sopra il costume. Ma anche candidi abiti e pantaloni palazzo danno un tocco di eleganza pulita, soprattutto in vacanza in località balneari.

Il luogo comune secondo il quale il bianco ingrassa io lo sfatarei. Insomma, un capo bianco, da sempre simbolo di raffinatezza, ad esempio un abito chemisier, è irresistibile e sempre cool, a prescindere dalla taglia che si ha.

Allora, bianco il costume, bianco il copricostume, bianco il cappello!

E bianca la pelle. Per dio.

Il solleone è bandito. Out

Già, il bianco, in questa giungla di superfighe abbronzatissime con micro costumi fluo, per me è rassicurante, corre ai ripari. Non solo nel senso che d’estate è garanzia di freschezza, eleganza e leggerezza, ma proprio come partito preso. Indossare il total white è una presa di coscienza. E non importa se sei chiara di carnagione, bianco su bianco è fantastico, è superchic. E’ il manifesto del ‘Io me ne frego dell’abbronzatura. Non è una svista, non è un errore. Sono proprio convinta di come sono’.

Sono curvy e sono bianca. Contro l’aggressività di certi tamarri rosolati come polli che ti guardano dall’alto della loro iper abbronzatura e tatuatura io dico: ‘La sapete già la storia, no? Allora tornatevene a lavorare’.

Scusate, ma quanno ce vò ce vò.

Fiori plus size

Un’altra consolidata tendenza di quest’estate sono le stampe floreali, anche in spiaggia. Avete visto la sfilata Dolce & Gabbana PE19?

Pare che la scelta del brand di allargare le opzioni di taglia, fino alla 54, sia frutto di una certa ammirazione per la donna mediterranea. Ebbene, a questa femminilità e al maggior numero di donne possibili dedica indistintamente un mare di fiori, fiori giganti e coloratissimi.

La campagna pubblicitaria è un tripudio di stampe a fiori, sorrisi e allegria. E’ davvero affascinante, è un inno all’Italia e all’italianità.

Bouquet multicolor sull’iconico sexy sfondo nero, ma anche orchidee bianche su sfondo rosa pallido dimostrano che la moda di Dolce & Gabbana è senza età e senza limiti di taglia.

I costumi da bagno, di conseguenza il corredo da spiaggia, guardano sempre più al passato. Continua il trend del ritorno alle forme anni ’50 nei bikini da pin up, soprattutto per le più formose.

Ma è anche sempre più forte il ritorno alle sgambature e ai décolleté in puro stile anni ’80 nei costumi interi supersexy o ipersportivi.

Vita da spiaggia

Torniamo a noi e agli outfit da spiaggia comodi, che ci permettono di:

  • spogliarci e tuffarci in acqua in poco tempo
  • essere decenti per sostare all’ombra del bar della spiaggia quando non ce la fai più a stare sulla sabbia (o sullo scoglio)
  • rivoltarci e cambiare spesso posizione perchè hai male dappertutto e braccia e collo in parestesia
  • (anche ombrellone e sdraio a volte non bastano)
  • essere pronte quando poi c’è un party serale in spiaggia e proprio non hai voglia di tornare a casa a cambiarti
  • essere pronte anche solo semplicemente se capita (in realtà il mio è sempre premeditato) un aperitivo al volo o il consueto (questo capita veramente, ma capita sempre) giro al supermercato perchè manca sempre qualcosa a casa

Tutto questo senza mai perdere di vista lo stile. Il perfetto look da spiaggia non esiste, ma deve essere confortevole e possibilmente alla moda. Quindi le tre caratteristiche fondamentali sono: il comfort, la freschezza e il glamour!

Io sintetizzo molto, cioè non ho proprio una tenuta specifica, il cosiddetto copricostume. Uso semplicemente le stesse t-shirt e camicie lunghe che in città porto con pantaloni o gonne. Mi piacciono molto poi i maxi dress e i caftani svolazzanti. Niente abiti molto aderenti e gonne a tubino. No gioielli. Sì cappelli e foulard in testa. Sì sandali flat molto aperti – stile falò a Temptation Island, presente?

La mia personale tendenza è ripulire ed essere un po’ vintage per un effetto finale vagamente anni ’60 – stile Marilyn Monroe, presente? Ahah, magari!

Bene, sono le 17.00, posso andare in spiaggia!

L’imperfezione è bellezza, la pazzia è genialità, ed è meglio essere assolutamente ridicoli che assolutamente noiosi‘, Marilyn Monroe.

(D. B.)

 

No Comments

Leave a Comment